DCD Studi Estetici
Apri menu Apri menu Menu
Il magazine

Dieta e felici? L’importante è non seguire falsi miti

Dieta e felici? L’importante è non seguire falsi miti
17 Gennaio 2022
Redazione DCD

Quanti falsi miti esistono sulla dieta? Ecco perché non dovresti seguirli se vuoi essere felice.

Cara dieta,
quante cose sono state dette sul tuo conto, quanto odio e quanti falsi miti per combatterti fin dalla notte dei tempi?

Da sempre associata ad una vita di sofferenze e privazioni, il solo pronunciare “Sono a dieta!”produce ansia in chi ne parla e compassione in chi ci ascolta.

Colei che non deve essere nominata prima o poi appare nella nostra vita. Tornare in forma, perdere peso o qualche centimetro è un qualcosa che ci accomuna e ci rende umani. Tutti con le stesse domande, dubbi e perplessità: “Si può essere a dieta e felici?

Ma allora perché insieme non ci uniamo per aiutarci, raccontarci, svelarci trucchi?

È proprio quello che noi di DCD vogliamo fare oggi. Sfatare i miti della signor Dieta per comprendere che essere a dieta non è per forza sinonimo di tristezza e infelicità. Ma soprattutto quello che vogliamo svelarti oggi è che troppe volte è la poca conoscenza di un argomento che lo rende incomprensibile e detestabile.

Ecco alcuni dei 5 miti più diffusi sulla dieta che non devi seguire se vuoi essere in forma e felice.

1. PERDERE PESO SIGNIFICA DIMAGRIRE

Falso.

La perdita di peso corporeo è associata al numero che segna la bilancia, l’amica inseparabile della dieta. Ma quel numeretto che compare sul display indica davvero il nostro stato di salute, se siamo in forma, tonici e allenati? Assolutamente no. Tecnicamente quando saliamo sulla detestata bilancia non sappiamo cosa stiamo pesando – massa magra, massa grassa o liquidi?

Dimagrire significa perdere massa grassa. E non sempre il diminuire del numero sulla bilancia è associato ad un giusto dimagrimento. La diminuzione del peso corporeo indotta da una dieta comporta la perdita sia di massa grassa che di massa magra, quest’ultima in quantità maggiore quanto più la dieta è restrittiva e il calo ponderale più rapido. Da ciò si evince quanto sia più utile valutare la composizione corporea e le sue modificazioni piuttosto che il solo dato della bilancia per stabilire l’efficacia di una dieta.

2. SALTARE I PASTI FA DIMAGRIRE

Credenza popolare e diffusa soprattutto tra i giovani induce a pensare che mangiando di meno, saltando i pasti, o digiunando a intermittenza si riesca a dimagrire più velocemente.

Niente di più falso. Saltare i pasti è sia dannoso sia controproducente.

È dannoso perché il calo ponderale iniziale è dovuto quasi esclusivamente alla perdita di massa magra (liquidi e muscolo) poiché l’organismo consuma le preziose scorte di glucosio presenti nel muscolo per ottenere l’energia non più disponibile con il cibo. Una specie di auto cannibalismo.

Ed è anche controproducente perché rallenta il metabolismo, in quanto l’organismo brucia calorie più lentamente perché sta già utilizzando le sue riserve, e questo può portare ad una stabilizzazione se non addirittura ad un aumento del peso corporeo.

3. ELIMINARE I CARBOIDRATI FA DIMAGRIRE

Falso.

I carboidrati rappresentano la principale fonte di energia per l’organismo – per il sistema nervoso, i reni e i globuli rossi. Hanno inoltre un effetto positivo sul transito e sulla microflora intestinale.

Secondo le Linee guida per una sana alimentazione, il 50-60% delle calorie totali introdotte con la dieta deve essere rappresentato dai carboidrati, principalmente complessi come la pasta e altri cereali. Questo è comprovato anche dalla Dieta Mediterranea – riconosciuta nel 2010 dall’UNESCO come Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità – che fa dei carboidrati la sua base di partenza.

Eliminare carboidrati dalla dieta fa perdere peso ma principalmente liquidi e attiva vie metaboliche alternative che utilizzano principalmente i grassi per avere l’energia non più disponibile dal glucosio, con la produzione di metaboliti potenzialmente dannosi per l’organismo.

4. ALLERGIE E INTOLLERANZE FANNO AUMENTARE DI PESO

Ancora una volta no. Falso.

Le allergie e le intolleranze alimentari sono risposte anomale dell’organismo a determinati componenti presenti negli alimenti. La credenza che possano essere la causa dell’aumento di peso corporeo è del tutto infondata. Anzi, spesso, sono associate ad una condizione di malassorbimento che determina una perdita di peso corporeo.

Inoltre, sulla base di test diagnostici non validati scientificamente, vengono arbitrariamente esclusi gruppi di alimenti che rendono la dieta povera e sbilanciata con la conseguente perdita di peso corporeo che non dipende dall’intolleranza ma dalla mancanza di cibo.

5. I PRODOTTI LIGHT FANNO DIMAGRIRE

Questo è il mito più difficile da sfatare. Perché inconsciamenteassociamo alla parola light, leggerezza e dunque dieta.
Ma anche in questo caso si tratta di leggenda metropolitana.

Sono considerati alimenti lightgli alimenti che presentano un valore energetico ridotto di almeno il 30% rispetto a quello della media della categoria (Regolamento CE 1924/2006). Il prodotto light si ottiene principalmente riducendo grassi e zuccheri.

Il presunto ruolo sulla perdita di peso corporeo deve essere sostenuto da un’attenta valutazione delle caratteristiche nutrizionali del prodotto, in quanto se pur ridotte, le calorie presenti potrebbero essere comunque tante. Inoltre, il consumatore potrebbe cadere nel tranello del “tanto è più leggero” e consumarne quantità eccessive, anche in conseguenza di un minor senso di sazietà indotto dall’alimento light.

Diffidare dai suggerimenti “miracolosi” e affidarsi a fonti ufficiali è fondamentale per perdere peso in salute. Un peso corporeo adeguato e stabile, ottenuto con un’alimentazione bilanciata e una regolare attività fisica, contribuisce a vivere meglio e più a lungo.Nessun mito, nessuna bacchetta magica, nessuna costrizione e pentimento né tristezza e infelicità. Trovare il proprio equilibrio che si sposi appieno con il proprio stile di vita è questo l’unico mito da inseguire e da insegnare.

Del resto, come diceva anche Ippocrate: “Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in eccesso né in difetto, avremmo trovato la strada per la Salute.”

Di Redazione, con il contributo della Dott.ssa Serena Rianda

Condividi l'articolo
Potrebbe interessarti anche
La sindrome dello Yo-Yo: tra caos e perfezione
La sindrome dello Yo-Yo: tra caos e perfezione

Se siete tra quelle persone che nel corso della vita hanno fatto innumerevoli diete alternando rigida disciplina, perdita…

Leggi tutto
Un nuovo corpo per l’estate: come mantenerlo?
Un nuovo corpo per l’estate: come mantenerlo?

I suggerimenti della psicologa. Molte sono le persone che non trovano nessuna difficoltà a seguire una dieta una…

Leggi tutto
Ipercolesterolemia: le origini, le conseguenze e la prevenzione
Ipercolesterolemia: le origini, le conseguenze e la prevenzione

Per ipercolesterolemia si intende una eccessiva concentrazione di colesterolo nel sangue. Quando la concentrazione del colesterolo supera i…

Leggi tutto
Adiposità localizzata: cos’è, cause e rimedi
Adiposità localizzata: cos’è, cause e rimedi

Per adiposità localizzata si intende la presenza di un tessuto ricco di cellule adipose (le cellule del grasso)…

Leggi tutto
Il potere delle vitamine: dove trovarle e quali i benefici
Il potere delle vitamine: dove trovarle e quali i benefici

Le vitamine sono sostanze organiche necessarie in piccola quantità per il normale funzionamento dell’organismo. Questi composti devono essere…

Leggi tutto
I benefici dell’olio di oliva e il suo ruolo preventivo nello sviluppo di malattie
I benefici dell’olio di oliva e il suo ruolo preventivo nello sviluppo di malattie

L’olio di oliva si ottiene dai frutti dell’Olea Europaea, comunemente detta ulivo, e la sua peculiare composizione gli…

Leggi tutto
Hai bisogno di informazioni o vuoi prendere un appuntamento? Hai bisogno di informazioni o vuoi prendere un appuntamento? Contattaci
Iscriviti alla nostra newsletter! Iscriviti alla nostra newsletter!

    Preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali acconsento al trattamento dei miei dati personali per l'invio della Newsletter, contenente comunicazioni e offerte commerciali.

    Contattaci




      Selezionando questa casella, acconsento i termini di privacy ai sensi dell'art. 13 del GDPR (Regolamento UE 2016/679)* Leggi
      l'informativa privacy


      Selezionando questa casella, acconsento al trattamento dei dati per finalità commerciali

      Tutti i campi sono obbligatori